Redazionali

Rete Hub Territoriali

www.primareteprofessionale.it


Piattaforma comunicativa

Piattaforma comunicativa A.S.P.Energia






Leggimi

1) vedere resoconto incontro presso ZanHotel & Meeting - Bologna
Incontro A.S.P. Energia 5 Dic. 2018

2) vedere resoconto incontro presso "Palazzo di Varignana" - Varignana
Incontro A.S.P. Energia 14 Giu. 2018

3) vedere resoconto incontro presso ZanHotel & Meeting - Bologna
Incontro A.S.P. Energia 20 Mar. 2018



 
 

Guardami

Guarda e condividi i video degli incontri
Partenariato Pubblico Privato




Gestione Energia

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DEI SISTEMI ECONOMICI HANNO COMPORTATO, FIN DALLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE DEL XIX SECOLO, CRESCENTI CONSUMI DI ENERGIA E, DI CONSEGUENZA, CRESCENTI IMPATTI SULL’AMBIENTE E UN’INCIDENZA CRESCENTE DEI COSTI DELL’ENERGIA SUI BILANCI FAMILIARI E DELLE IMPRESE.
IL TEMA DELLA GESTIONE RAZIONALE DEI CONSUMI ENERGETICI INTERESSA QUINDI SIA DAL PUNTO DI VISTA AMBIENTALE CHE ECONOMICO. IN PARTICOLARE, NELLE IMPRESE “ENERGIVORE”, CARATTERIZZATE DA UN’INCIDENZA ELEVATA DEI COSTI ENERGETICI SUI COSTI DI PRODUZIONE, LA RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI RIVESTE UN’IMPORTANZA CRUCIALE; MA ANCHE NELLE ALTRE IMPRESE L’INCIDENZA DEI COSTI ENERGETICI NON E’ QUASI MAI TRASCURABILE.
NELLE IMPRESE AD ALTA INTENSITA’ DI CONSUMI ENERGETICI IL “GOVERNO” DELL’ ENERGIA E’ GENERALMENTE AFFIDATO AD UN “ENERGY MANAGER” (FIGURA OBBLIGATORIA PER LE IMPRESE INDUSTRIALI AVENTI CONSUMI ANNUI SUPERIORI A 10.000 TEP E PER LE IMPRESE DEI SETTORI SERVIZI E TRASPORTI AVENTI CONSUMI ANNUI SUPERIORI A 1.000 TEP ), MENTRE NON SEMPRE NELLE ALTRE IMPRESE VIENE DEDICATA ADEGUATA ATTENZIONE ALLA GESTIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA.
E’ INVECE IMPORTANTE ACQUISIRE LA CONSAPEVOLEZZA CHE UN’ACCORTA GESTIONE DEI CONSUMI ENERGETICI NELL’IMPRESA E’ COMUNQUE OPPORTUNA, OLTRE CHE DOVEROSA NELL’AMBITO DELLA RESPONSABILITA’ SOCIALE E AMBIENTALE DELL’IMPRESA, E DEVE BASARSI SUL FONDAMENTALE CONCETTO DI EFFICIENZA ENERGETICA.
EVITARE GLI SPRECHI NON IMPLICA INFATTI ALCUNA RINUNCIA NELL’UTILIZZO DELLE RISORSE, MA TENDERE AD UN USO EFFICIENTE DELLE STESSE.
TENDERE ALLA MASSIMA EFFICIENZA ENERGETICA VUOL DIRE PROGETTARE E REALIZZARE AZIONI ED INTERVENTI CHE CONSENTANO DI CONSUMARE MENO ENERGIA A PARITA’ DI RISULTATO PER L’UTILIZZATORE.
PER IMPOSTARE UN’EFFICACE POLITICA DI MIGLIORAMENTO DELL’EFFICIENZA ENERGETICA OCCORRE INNANZITUTTO ESEGUIRE UN’ACCURATA DIAGNOSI ENERGETICA (o “AUDIT ENERGETICO”): UN’INDAGINE PRELIMINARE IN GRADO DI FORNIRE UN QUADRO CONOSCITIVO IN BASE AL QUALE SI PUO’ INDIVIDUARE IL “POSIZIONAMENTO” DELL’IMPRESA DAL PUNTO DI VISTA DEL CONSUMO DI ENERGIA, VALUTARE LE POTENZIALITA’ E OPPORTUNITA’ DI MIGLIORAMENTO, IMPOSTARE LA PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE DELLE AZIONI DI EFFICIENTAMENTO.
L’AUDIT ENERGETICO CONSENTIRA’ ANCHE DI VALUTARE LA STRUTTURA, I PREZZI E LE CONDIZIONI DEI CONTRATTI STIPULATI CON I FORNITORI DI ENERGIA E DI SUGGERIRNE L’OTTIMIZZAZIONE.
DA UN ACCURATO AUDIT ENERGETICO E DALLE CONSEGUENTI AZIONI DI MIGLIORAMENTO DELL’EFFICIENZA, L’IMPRESA PUO’ TRARRE RILEVANTI BENEFICI , NON SOLTANTO DAL PUNTO DI VISTA DELLA RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI, E QUINDI DELLA RIDUZIONE DEI COSTI DI PRODUZIONE; LE RICADUTE POSITIVE POSSONO INFATTI RIGUARDARE ANCHE LA STESSA EFFICIENZA DEL PROCESSO PRODUTTIVO, LA SICUREZZA E LA QUALITA’ DELL’AMBIENTE DI LAVORO, L’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E IL CONTROLLO DI GESTIONE. PER ALCUNE TIPOLOGIE D’IMPRESA NON E’ POI DA TRASCURARE IL MIGLIORAMENTO DELL’IMMAGINE AZIENDALE CHE PUO’ DERIVARE DALLA RIDUZIONE DELLIMPATTO SULL’AMBIENTE.
NON SEMPRE, TUTTAVIA, GLI INVESTIMENTI NECESSARI PER L’EFFICIENZA ENERGETICA SONO SOSTENIBILI PER L’IMPRESA, O COMUNQUE COMPATIBILI CON LE SUE POLITICHE D’INVESTIMENTO, IN TALI CASI PUO’ ESSERE INTERESSANTE RICORRERE ALLO STRUMENTO DEL “FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI” E AD UNA STRUTTURA SPECIALIZZATA NELL’UTILIZZARE TALE STRUMENTO NEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI PRODUZIONE DA FONTI RINNOVABILI: LE ESCO (ENERGY SAVING COMPANIES), SOCIETA’ DI SERVIZI ENERGETICI IN GRADO ESEGUIRE L’AUDIT ENERGETICO E DI PROGETTARE, FINANZIARE (IN TUTTO O IN PARTE), REALIZZARE GLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO, ESSENDO REMUNERATE CON I RISPARMI DI ENERGIA REALIZZATI.

Ultimo aggiornamento (Martedì 06 Aprile 2010 17:18)

 
In evidenza